Assedio a scuola

Assedio a scuola
Quando 7 anni fa è nata l’idea di Assedio, mai avremmo pensato al fatto che avrebbe potuto aver valore anche per le scuole. Abbiamo riscontrato grande coinvolgimento da parte dei ragazzi tra i 10 ai 14 anni e ci siamo accorti che Assedio aveva qualcosa in più da dire, oltre che essere un semplice gioco da tavolo.

Raccontiamo una storia vera, quella del territorio

Nel corso degli anni scolastici capita spesso che non ci sia il tempo per approfondire alcuni avvenimenti storici relativi ad un epoca o ad un’area geografica specifica che purtroppo, non avendo nomi altisonanti o non essendo caratterizzate dalla presenza di grandi città, passano in secondo piano a causa del tempo limitato degli insegnanti.
Assedio vuole dunque raccontare un momento storico affascinante come quello che ha caratterizzato la cosiddetta “bassa”, grazie ad una mappa di gioco che raffigura un’area compresa tra i colli Euganei e il fiume Adige, dove sono stati riportati ben 42 comuni ad oggi esistenti (che consigliamo di visitare) e dove cinque importanti casate come Visconti, Carraresi, Estensi, Ezzelini e Scaligeri hanno coesistito e/o si sono sfidati tra la fine del 1200 l’inizio del 1400. Il gioco termina con la carta Missione raffigurante il Leone alato della Repubblica di Venezia che, con il suo arrivo nel 1407, mise fine alle contese.
Assedio a scuola
Assedio fra i banchi di scuola

Giocando s'impara (non lo abbiamo detto noi...)

Il gioco offre ai ragazzi e agli insegnanti l’opportunità di ripercorrere la storia di questo territorio, riscoprendone l’importanza ed il fascino grazie ai castelli, ai monumenti ancora presenti, ai fiumi (l’Adige, infatti, può essere considerato l’autostrada dell’epoca) e ai i colli Euganei come strumenti di vantaggio strategico e non solo. Sulla plancia di gioco riaffiorano anche laghi (oggi non più esistenti grazie alle bonifiche di Venezia), podesterie e dipendenze, su cui personaggi importanti, dal Vescovo al Condottiero, hanno avuto un ruolo fondamentale nelle vicende dell’epoca.

Stimoliamo la fantasia usando la realta’

Assedio è il nuovo gioco da tavolo che permette di vivere un’esperienza sensoriale differente dal digitale e che offre l’opportunità concreta di staccare lo sguardo da smartphone e tablet, rimettendo in moto la fantasia e lo “stare insieme”, permettendo ai ragazzi di studiare ed appassionarsi al proprio territorio in maniera coinvolgente.
Tag: