la mappa

Si tratta di una ricostruzione/interpretazione di come poteva apparire la Bassa Padovana prima della bonifica Veneziana del XVI sec d.C., prendendo spunto da una selezione di diverse carte del ‘500 d.C. messe a nostra conoscenza per cortese disponibilità del Centro Studi Castelli e sotto la guida preziosa del nostro storico personale Giandaniele Pauletto che ci ha accompagnato nella delicata fase di studio del territorio e che purtroppo il 4 Luglio 2019 ci ha lasciati prematuramente.

Adattamento

La mappa mostra significative differenze rispetto alla morfologia odierna, sia per il normale corso della natura che per l’intervento dell’uomo, senza dimenticare le esigenze di giocabilità. E’ doveroso quindi precisare che siamo di fronte ad una rappresentazione della Bassa Padovana, senza alcuna presunzione accademica. Detto ciò, possiamo assicurare la reale esistenza in passato del “Fiume Adexe” (Adige), dei tre laghi rappresentati (“de Spialfreddo, “De Vighizuol” e “de la Griguola”), dei “Colli Euganei” e degli altri fiumi e canali di scolo. Altrettanto fondata storicamente è l’ubicazione dei castelli, mentre i confini di ogni comune rappresentano un adattamento a scopo ludico.
Mappa Assedio
La mappa di Assedio
Assedio è un gioco ispirato alla storia medievale del territorio, non una ricerca o tesi di storia medievale.